domenica 16 dicembre 2007

Andando e stando

Torno a riflettere, stasera, sulle assurde dinamiche che dentro di me tengono insieme l'istinto alla fuga e quello al radicamento. Fuga e radicamento rispetto ad una pluralità di eventi, ad un caleidoscopio di esperienze, anche quelle di un passato non più prossimo. E allora penso a come non abbia potuto capire, a come abbia abitato per anni la mia sicura caverna "platonica", scegliendo una minorità rassicurante e paralizzante insieme. E allora stasera penso a Sibilla Aleramo e alle sue parole illuminanti, in grado, ancora una volta, di squarciare il velo delle mie paure, ma di mettermi di fronte a quanto sia difficile ogni fuga, qualunque essa sia.

"A metà, la creatura si solleva, ancora incerta: triste è stato il lungo sonno, ma se più triste fosse l'esser desta?" (Sibilla Aleramo, Andando e stando).

8 commenti:

Giovanna Alborino ha detto...

e' vero, sembra facile scappare, ma una fuga ti lascia sempre un vuoto, non piu' liberazione..
buona giornata

Anonimo ha detto...

Molto interessante la citazione di Sibilla Aleramo, il bivio , il dubbio o in qualunque altro modo vogliamo chiamarlo è sempre presente nelle nostre vite , pensare è stancante , ma meglio così , male sarebbe restare inerti... "IL DUBBIO" potrebbe essere il titolo della mia vita "da grande"
un sorriso
Anna

Anonimo ha detto...

well di gente col cervello di gallina che si sente apposto perche ha studiato ne conosco tanta...il piu stanno a spasso o vengono qui a londra scazzeggian per far esperienza e poi se ne tornano da dove vengono....credimi ne fai parte anche te...con la tua mentalita provicialissima....e io non son un anonimo anzi!
www.palemonoir.fr niente a che vedere con i bigotti i drogati e bakettoni!!o coloro che si sntono diversi...forse l'unico ad eserre diverso son io perche non ci metto niente a dirr cio che penso perche tanto......

Barbara ha detto...

Carissimo Palemonoir,
sul cervello di gallina non mi sento in grado di controbattere. Può darsi che ce l'abbia e non me ne sia mai accorta. Di sicuro non mi sento affatto apposto, cosa che avresti dovuto capire se tu avessi letto il mio blog con attenzione. Riguardo a Londra è una città che adoro nonostante sia abitata da gente che si crede di spaccare il mondo e l'ho lascita costretta, non per tornarmene in provincia. Anzi ti auguro di cuore di non doverla mai lasciare per il motivo che ha spinto me a tornare. Comunque grazie del tuo commento, mi fa molto comodo. Lo utilizzerò oggi in classe, visto che ieri ho parlato della politica del riconoscimento. Farò anche presto un salto da te.

Giovanna Alborino ha detto...

buona giornata...

Giovanna Alborino ha detto...

buon natale..

Cris ha detto...

ciao barbara,bel blog .ti interessa fare uno scambio di link il mio è http://wwwblogdicristian.blogspot.com/ dimmi qualcosa tu.ciao

Anonimo ha detto...

MERRY CHRISTMAS!!!!

Spero che sia un Natale speciale ,
Baci
Anna