martedì 7 aprile 2009

Notizie dalla Grecia

Appena rientrata in albergo, assaporo le emozioni di questa nuova giornata in gita scolastica. Lascio decantare le plurali sensazioni di oggi, le arrabbiature, vere o presunte, le risate, l'affetto, davvero rafforzato in questi giorni di Grecia, per i miei studenti. La titubanza della vigilia si e' trasformata, in poche ore, nel piacere forte e stabile di aver accompagnato le mie classi in questo viaggio e nella sorpresa di aver riconosciuto, nei miei studenti, dei ragazzi sinceri, istintivi, pieni di energia e di sventatezza, ma anche illuminati da una pallida adultita' che si sta facendo strada nei loro giovani anni. Nella mente un continuo rimbombare di frasi, un frastuono di risate, una ragnatela di sensazioni, un innato indietreggiare alle mie giornate di scuola. Stasera un pensiero va a chi abbiamo lasciato sulla laguna e anche alla giornata di domani. Ci aspettano sei noise ore di pulmann per Delfi. A parte l'emozione, tutta filosofica, di visitare il luogo dell'oracolo che defini' Socrate "l'uomo piu' sapiente", spero che non ci siano solo sassi, anche perche' temo che i miei studenti sviluppino presto un insano istinto alla lapidazione....Ci sentiamo al mio ritorno.

8 commenti:

Bk ha detto...

Divertiti!
La gite sono sempre un momento di scoperta reciproca, tra ragazzi, tra prof, tra ragazzi e prof.
Goditi questi momenti...

fabio r. ha detto...

in bocca al lupo. fatti forza in caso di crisi (alcoliche per lo più..) e divertiti.

Marianna ha detto...

Grazie Barbara del tuo commento, ti puoi unire al mio blog se vuoi
ciao

Marianna ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Baol ha detto...

Oh...fatti sentire chè ci preoccupiamo!

Guernica ha detto...

Ciao!Passo a lasciarti i miei aguri di buona Pasqua.
A presto!

Michele Collura ha detto...

A Delfi c'è ancora la scritta EIS EAUTON? Nel 2009 me l'immagino come un'insegna al neon, sotto la quale passeggiano viados in minigonna, "bianche cariatidi di un cielo artificiale". O almeno, così se la immaginerebbe Pedro Almodovar.

Marianna ha detto...

BARBARA ti auguro una serena PASQUA CIAO Marianna