domenica 6 aprile 2008

Tutta la vita davanti



La mamma di Costanza mi confessa che la figlia si è innamorata delle mie materie, che le studia con assidua frequenza ed impegno e che vorrebbe iscriversi al corso di laurea in filosofia, fra due anni. Dice anche che è molto timorosa per il futuro e che, sicuramente, alla fine opterà per una scelta universitaria che garantisca, non certo il lavoro, ma almeno qualche possibilità in più. A termine del suo racconto aggiunge: "Sa, lei mi capisce, io le ho anche detto: 'lo vedi quanti sacrifici sta facendo la tua prof!". E’ stato un colloquio che mi ha arricchito molto, che mi ha fatto tornare a casa con il sorriso, con una gratificante conferma che sto facendo bene il mio lavoro, ma anche con tanti pensieri. Torno a pensare alla Barbara del liceo, al suo poter-essere di quegli anni, a tutte le riflessioni e tutto l’entusiasmo e lo scoramento che accompagnarono la mia scelta. Anche per me c’è stato un prof., anzi "il prof.", a cui continuo ancora a scroccare qualche cena, ritenendolo l’unico responsabile della mia “carriera” di docente di filosofia e quindi della mia precaria condizione economica. Insomma, ci siamo accordati per una sorta di “alimenti”, che lui e sua moglie mi passano almeno una volta ogni due mesi, invitandomi a cena e dedicandomi ore sempre incantevoli (anche per il vino…che in casa loro non manca proprio mai…). E mi fa un piacere immenso sapere che io possa essere, per alcuni di loro, quello che Paolo è stato per me: un mentore, una guida, un modello di serietà ed impegno. A proposito, ora che ci penso, sicuramente ci vedremo per piangere insieme sui risultati elettorali di lunedì 14.
Con il pensiero fisso a Costanza lascio la mia mente ripercorrere quegli strani e tortuosi percorsi che mi hanno portato sulla laguna: comincio da quella casa in quella triste periferia pisana che, a vederla oggi, sembra proprio un altro mondo, penso alle lezioni alle scuole private, alla mia esperienza fiorentina, a quella parentesi quinquennale di ricerca all’Università di Firenze che, a parte Londra, ha rappresentato l’atto più oscuro di tutta la commedia della mia vita. Sì, perché fortunatamente, è stata proprio una commedia: bella, divertente, piena di sorprese. E anche oggi, nonostante quei sacrifici che la signora S. usa come minaccia contro sua figlia, credo che non vorrei fare altro che questo e credo di aver fatto bene, quando davvero avevo “tutta la vita davanti”, ad imboccare quel sentiero anziché un altro. Così, dopo tutte queste riflessioni sulle mie scelte passate, me ne sono andata a Roma a vedere l’ultimo film di Virzì con Riccardo e con Alida, che mi ha accompagnato in questo viaggio fin dalla partenza pisana e che, come me, arranca un po’ vicino al traguardo. Sprofondata in una poltroncina di un multi-sala, mi sono goduta il nuovo gioiellino di Virzì (maledetti toscani, direbbe qualcuno!) ed ho deciso che inviterò la mia alunna a vederlo. Non so che effetto le farà: è probabile che la spaventi ancora di più o forse, che la porti a credere che, in fondo, potrebbe valerne la pena. Qualunque sarà la sua scelta, invidio la sua età così infarcita di incertezze e di paure, ma così piena di possibilità e di strade da imboccare e mi piace pensare che, forse, di fronte a quei bivi, anche un po’ della mia filosofia spicciola servirà a qualcosa. Brava Costanza e bravo Virzì, che ci hai offerto allo sguardo una delle nostre, tante, indistinguibili, caverne platoniche (ma proprio una mamma che muore di cancro dovevi metterci, per farmi commuovere fino alle lacrime???)


Culodritto, cosa vuoi che ti dica?
Solo che costa sempre fatica
e che il vivere è sempre quello, ma è storia antica, Culodritto... …
dammi ancora la mano,
anche se quello stringerla è solo un pretesto
per sentire quella tua fiducia totale che nessuno mi ha dato o mi ha mai chiesto;
vola, vola tu, dov’io vorrei volare
verso un mondo dove è ancora tutto da fare
e dove è ancora tutto, o quasi tutto...
vola, vola tu, dov’io vorrei volare
verso un mondo dove è ancora tutto da fare
e dove è ancora tutto, o quasi tutto, da sbagliare...
Francesco Guccini, Culodritto

20 commenti:

Bk ha detto...

Lo andrò a vedere.
Un abbraccio forte, Bk

Gianluca ha detto...

Sì maledetti toscani! andrò a vederlo..
ciao Barbara

g

Mimo ha detto...

Leggo costantemente il tuo blog:
mi interessa, mi fa sorridere, riflettere e anche ridere, mi tiene informata su di voi, tu il babbo e la mamma. Vi penso spesso e mi mancate. Ricordarvi è sempre un bellissimo tuffo nella gioventù e nella bellezza. Mi mancate. Un salutone da SImona.
Ovviamente vi pensano e rammentano spesso anche Paolo, Giorgio e Martina.
Tra poco ci rivedremo tutti a Follonica.

Guernica ha detto...

Ciao!!!Anche io sono un po' latitante ultimamente!
Come va'???
Un bacio e buona settimana!

Spippy ha detto...

Sai una cosa Barbara? Costanza è davvero fortunatissima ad averti come prof. Per i valori che trasmetti, per la passione che comunichi..come faccio a saperlo io? Semplice, traspare tutto da questi tuoi bellissimi post.

Ce ne vorrebbero molte di più, di insegnanti come te. Ce ne vorrebbero molte di più, di persone come te.

Un abbraccio, e speriamo bene per queste elezioni!!

rompina ha detto...

io ancora non lo so, non ho la tua stessa sicurezza nel dire che ho fatto bene a seguire una strada piuttosto che un'altra...e che faccio bene a continuare a farlo.
so solo pero' che seguendo questa strada, che sento mia, mi sento a posto con me stessa, dopo un tempo immemorabile in cui le vicende della vita mi avevano ridotto in polvere.
e' bello, da soddisfazione, in questo ti capisco benissimo, aprire la mente di qualcuno...sia con la filosofia o con quelle quattro cavolate che insegno pure io... ;oP
un abbraccio, Barbara, per tutto.

PS: io dal 1° al 4 maggio sono a roma, sul mio profilo trovi il mio contatto di msn...se ti va possiamo vederci!

Gianluca ha detto...

Confermo quello che ti ho già scritto..sei la speranza in una scuola migliore con la tua passione e la bellezza che metti nel tuo lavoro.
Una speranza per questo paese :-)
Bello il film..dolce e cattivo. Non perfettamente centrato (quasi un horror a tratti) ma gli ho voluto bene ancora di più--
un abbraccio

g

Silvia ha detto...

E' sempre un piacere leggerti...

Buon fine settimana! :D

Spippy ha detto...

Ho visto il film.. bello davvero. E tanto significativo.
Un bacio.

Spippy ha detto...

Ammazza che botta queste elezioni.

GPS ha detto...

Hello. This post is likeable, and your blog is very interesting, congratulations :-). I will add in my blogroll =). If possible gives a last there on my blog, it is about the GPS, I hope you enjoy. The address is http://gps-brasil.blogspot.com. A hug.

Spippy ha detto...

Passavo di qua, quindi ne approfitto per augurarti un buon week-end.. un bacio grande!

Marlene ha detto...

che bello sentire che nonostante le difficoltà non rinneghi quello hai fatto perchè lo hai fatto con passione.
viste le difficoltà io invece sbatto la testa e rimpiango di non aver ascoltato le mie passioni. forse per vigliccheria. forse per poca forza. brava, davvero.

Anonimo ha detto...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

Anonimo ha detto...

imparato molto

Anonimo ha detto...

quello che stavo cercando, grazie

Anonimo ha detto...

La ringrazio per Blog intiresny

Anonimo ha detto...

imparato molto

Anonimo ha detto...

imparato molto

Anonimo ha detto...

La ringrazio per Blog intiresny